Ipiales e la chiesa nella vallata e Otavalo ed il suo mercato indigeno

Ipiales-Otavalo
11-12 Febbraio

Partiamo da Pasto con direzione Ipiales.
Ipiales che di per se, risulta essere una semplice cittá di confine ma a poca distanza da essa vi si trova il santuario de las Lajas

image

image
Questa chiesa venne edificata sop ra alla roccia in cui si narra una bambina abbia visto la Madonna.
Mito a parte , la chiesa risulta essere molto interessante più che per il mito per la posizione ( é incastonata all’interno di una gola in cui scorre un vigoroso torrente) e per la particolare architettura gotica).

image

image

image

image

image

image

image image
Finita la scampagnata dal vago sapore di santitá , un piccolo autobus ci porta alla frontiera.

image
La frontiera é formata da due immigrazioni, una sul lato colombiano ( 5 min ed esci) e una volta attraversato il confine a piedi ( un ponte sopra un piccolo fiume) si arriva all’immigrazione dell’Ecuador ( tempi un po più lunghi).
Si riprende un piccolo bus fino a Tulcan e da li prendiamo un bus per Otavalo.

imageimageimage
Otavalo é una piccola città a 2 ore da Quito in cui la popolazione risulta essere prettamente di origine nativa ed é famosa per il grande mercato artigianale che avviene ogni sabato.

imageimageimage
Noi arriviamo la sera di venerdì e riusciamo a trovare un couchsurfer che ci ospita per un paio di notti .
La sera di venerdì, ma credo ogni sera avvenga, piccole bancarelle cucinano cibo di strada tipico e molto economico nella piazza del mercato luogo in cui si ritrovano anche i giovani a bere e fare chiacchiere.
La mattina di sabato, iniziamo a fare un giro per questo grande mercato.

imageimageimageimageimage
La prima parte che visitiamo é il mercato degli animali dove vengono ovviamente venduti vivi e puoi trovare anche il porcellino d’India ( piatto tipico) e a seguire proseguiamo per il colorato mercato artigianale.

imageimage image imageimage imageimageimage
Il pomeriggio lo dedichiamo invece ad un bel trekking per le montagne circostanti,
la meta é un albero chiamato Lechero.

imageimageimageimage

Questo albero da cui si può godere una vista a 360 gradi del territorio campestre risulta avere anche poteri curativi secondo i nativi.

imageimageimage
La mattina incominciamo il viaggio verso Quito per poter prendere il nostro ultimo aereo.

imageimage
Galapagos………..

Ipiales e la chiesa nella vallata e Otavalo ed il suo mercato indigenoultima modifica: 2017-03-01T22:45:17+00:00da lorenzelis
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *