Banos de Agua Santa : la città dei divertimenti?

Banos de Agua Santa: la cittá dei divertimenti?
3 Aprile 2017-6 Aprile 2017
Partenza di mattina presto! Zaino stracarico, la nostra destinazione è Banos.

image
Saliti sulla ranchera che ci accompagnerà fino a Echandia decidiamo questa volta di salire sul tetto da cui possiamo ammirare uno splendido paesaggio.

image
Ad Echandia scopriamo che, dopo un ballottaggio serrato, il nuovo presidente dell’Ecuador sarà Lenin Moreno, successore del vecchio presidente Correa. Nonostante attualmente in Ecuador vi siano molti detrattori della politica Correista noi ci rallegriamo della vittoria di Alleanza pais.
Preso un bus direzione Guaranda ( in direzione di Guaranda passiamo a fianco al maestoso Chimborazoimage)continuiamo per Ambato da cui nuovamente prendiamo un’ultimo bus con direzione Banos.
Arrivati ci dirigiamo dal nostro couchsurfing, Juan.
Dopo alcune chiacchiere ci dedichiamo ad una breve esplorazione della città. Banos, non presenta particolari strutture di interesse architettonico, ma risulta essere una piccola cittadina utilizzabile come base d’appoggio per escursioni ed attività ricreative, il tutto incastonato tra le Ande ai piedi di un vulcano attivo.
L’indomani dopo aver noleggiato una bici per la giornata ci dirigiamo a fare quella che viene chiamata la ruta della cascadas. Una strada quasi esclusivamente in discesa di 14 km circa in cui si incontrano svariate cascate di differenti grandezze. Dobbiamo dire che nonostante l’idea sia buona, a causa della presenza di molte proprietà private alcune cascate richiedono il solito pagamento dell’obolo (abbastanza seccante).

image

imageimageimageimageimage
Terminata la biciclettata carichiamo le bici su un camion che ci riporta a Banos.

imageimage
Terminiamo la giornata dedicando la serata a bere qualche birra nel locale di Juan: un vero rock bar!
Il giorno dopo, decidiamo di intraprendere un trekking sulle montagne intorno a Banos che ci porterà dopo diverse ore al primo mirador, il mirador bellavista.
Proseguendo, dopo un paio d’ore di cammino arriviamo ai piedi della famosa casa sull’albero, un luogo ormai turistico da cui, tempo permettendo si può osservare il vulcano.
Ritornando verso Banos terminiamo il nostro trekking nell’ultimo mirador, il mirador de la Virgen da cui si possono osservare molti condor Andini volteggiare sopra la città.

imageimageimage

imageimageimage

imageimageimageimageimageimageimageimage
I nostri giorni per Banos terminano qui (senza sfruttare le terme, per Lorenzo sono una stupida perdita di tempo in uno stabilimento).

image
L’indomani una nuova meta ci attende! Baenza all’interno dell’Amazzonia.

Banos de Agua Santa : la città dei divertimenti?ultima modifica: 2017-04-23T15:48:55+00:00da lorenzelis
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *