La Paz la capitale de facto e Coroico, il paradiso tropicale di La Paz.

La Paz la capitale de facto e Coroico, il paradiso tropicale di La Paz.
21 Maggio 2017- 25 Maggio 2017

Arriviamo a La Paz dopo tre ore di viaggio da Copacabana. Per raggiungere il nostro Airbnb prendiamo il bellissimo Mi Teleferico, una sorta di funivia che dall’alto attraversa la città evitando cosi l’infernale traffico terrestre.
La Paz, dal punto turistico, possiede due quartieri interessanti: Socopachi ed el Centro. Noi risediamo a Socopachi e dedichiamo le ultime ore di luce per visitare questo quartiere che contiene al suo interno molti ristoranti e locali in cui divertirsi.

image
Il giorno dopo giungiamo in centro facendo una bellissima passeggiata, percorrendo il grande viale del Prado che porta fino alla piazza centrale in cui si trova l’enorme mercato Lanza ed una intera via in cui scovare prodotti a basso prezzo.

imageimageimage
Vale la pena passare per plaza Murillo, dove si trova la sede del governo, anche solo per vedere i passanti che vengono letteralmente assaltati dai piccioni.

imageimageimage

Il restante tempo lo dedichiamo ad effettuare alcuni controlli medici che qui in Bolivia risultano economici.
In generale, la città di La Paz non ci ha lasciato granché: sporca, rumorosa, molto trafficata e fredda.
Decidiamo di visitare Coroico un piccolo paese a due ore da La Paz, dove però a causa del maltempo non riusciamo ad organizzare nessun trekking (prima volta da quando siamo in Sud America che stiamo patendo il gelo). Durante le belle giornate, questo paesino, in realtà offre piacevoli camminate fino a pozze dove si può nuotare o grandi cascate.
Sconsolati, per non spendere inutilmente soldi e tempo, ci dirigiamo nuovamente a La Paz dove continueremo il nostro viaggio verso Cochabamba!

La Paz la capitale de facto e Coroico, il paradiso tropicale di La Paz.ultima modifica: 2017-07-01T17:32:11+00:00da lorenzelis
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *