Purmamarca: la montagna dai sette colori e Salta la capitale dell’Argentina del nord!

Purmamarca: la montagna dai sette colori e Salta la capitale dell’Argentina del nord!

5 Luglio 2017- 10 Luglio 2017

Il viaggio in camion è stato piacevole e tranquillo. Abbiamo potuto ammirare bellissimi paesaggi d’alta quota innevati, condividere il mate e belle chiacchere e sopratutto riscaldarci dal freddo patito nelle prime ore del mattino.

image image image image

Arrivati a pochi chilometri dalla frontiera, salutiamo il signore che ci ha offerto il passaggio e proseguiamo a piedi, sfidando il potente vento gelido che non ha mai dato cenno di volersi placare.
Passiamo con assoluta semplicità la frontiera argentina.

image
Il problema ora è raggiungere la città di Purmamarca dal passo di Jama (4500 m).
Freddo, vento e gelo non mancano. Ciò che manca, invece, sono 200 km al raggiungimento della meta.
La fortuna ci sorride ed incontriamo un signore, ex muchilero, che ci offre uno strappo fino a Purmamarca in assoluta comodità.
Purmamarca è un piccolo paese incastonato in un bellissimo canyon dove si trova la famosa montagna dai sette colori differenti.
Trovare un luogo economico dove poter posizionare la tenda non è semplice. Dopo aver girato e chiesto a diversi eco-camping, ci rendiamo velocemente conto del reale problema economico che sta affrontando l’Argentina. Il costo dei beni alimentari di prima necessità è decisamente sproporzionato rispetto al salario medio ed al resto del continente Sud Americano.
Non perdendo le speranze incontriamo un signore argentino che alloggia in un ostello under construction, e, parlando con il ragazzo deputato momentaneamente alla gestione del luogo, lo convinciamo a farci posizionare la nostra tendina nel grande giardino frontale.

image
A Purmamarca puoi dedicarti a diverse attività sportive. Il mercato turistico offre escursioni in tutte le salse alla scoperta dei canyon e delle montagne circostanti.
Noi, diversamente, ci siamo dedicati al relax, condividendo racconti, esperienze, grigliate e piacevoli momenti con i ragazzi ed i cagnolini dell’ostello.

image
Prima di partire abbiamo affrontato indipendentemente il trekking della montagna dai sette colori. Il cammino è semplice, circolare e non impiega più di un paio d’ore. I colori diventano straordinari durante le ore del tramonto, quando le rocce assumono la classiche tonalità ambrate.

imageimageimageimageimageimageimage

imageimage

image
Dopo aver goduto della serenità locale ripartiamo verso Salta la capitale del dipartimento.
Decidiamo sempre di fare l’autostop, ed volta usciti dal paesino ci attendono più di 3 km a piedi per raggiungere l’incrocio con la strada principale (bisogna sempre cercare di trovare la posizione ideale per riuscire ad ottenere un passaggio rapidamente). Arrivati sulla strada, attendiamo un paio di orette ed incontriamo un pick-up di lavoratori che ci danno uno strappo fino a Jujuy, una città a metà del nostro percorso.
Vista l’ora e la stanchezza decidiamo di affrontare i restanti 140 km in bus.
Giunti a Salta troviamo velocemente il camping comunale in cui ci fermiamo 3 notti. Salta è una bella città coloniale in cui si possono ammirare la cattedrale, la chiesa di san Francesco e il bel convento.
Passeggiare in questa città è veramente piacevole, e, nel week end, il centro cittadino si anima, grazie alla chiusura delle strade al traffico dei veicoli.

image image image image image image image
Inoltre, grazie alla grande presenza di supermercati e macellerie, ci dedichiamo allo sport nazionale dopo il calcio: le grigliate!
Il campeggio, infatti, è estremamente organizzato e disseminato di griglie di cui gli ospiti possono usufruire per grigliare a non finire!

image
L’ultimo giorno lo dedichiamo alla passeggiata domenicale.
Incontriamo lungo la strada un bellissimo mercato artigianale dove compriamo il nostro primo mate. Arriviamo alla base del cerro cittadino, e decidiamo di raggiungere la vetta a piedi, facendo una bella sfacchinata (per chi non volesse affrontare questa salita, c’è la possibilità di arrivare in cima prendendo la funivia).
I nostri sforzi vengono ampiamente ripagati dalla bellissima vista della città!!

image image image image image image image image image image
Il tempo per Salta è finito, Cafayate, la città del vino ci attende!!!

Purmamarca: la montagna dai sette colori e Salta la capitale dell’Argentina del nord!ultima modifica: 2017-11-23T21:27:14+00:00da lorenzelis
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *